Categoria: CULTURA

Un artista al Circolo Culturale Montesacro

Chris Skina espone per la seconda volta presso il Circolo. Nonostante che tra i due eventi sia passato poco tempo, appena due anni, è sorprendente scoprire nelle opere di questo autore le tracce della sua rapida maturazione artistica.

Vincere e vinceremo

I milioni di lettere dal fronte dei militari italiani e dei loro familiari a casa, di ogni livello sociale e culturale, rivelano un’adesione convinta al fascismo e alla guerra fino quasi al 25 luglio del 1943. È da sfatare, quindi, l’opinione che la fiamma del consenso al fascismo si fosse spenta presto, soprattutto tra i militari. L’adesione degli italiani alle guerre fasciste è stata messa in ombra dall’attenzione sulla lotta di liberazione, come se non facessero parte della storia nazionale e non vi fosse stata una convinta partecipazione popolare alle politiche aggressive del regime.

Dai! Cantiamo insieme!!!

Rassegna corale a cura del Coro femminile “Aperta-Mente” e Coro polifonico “Scambio Armonico”

Musica dal Mondo Musica per il Mondo

Nati nel 1997 come coro adulti del CDM (Centro Didattico Musicale onlus). Eseguono musica del mondo, tratta dal repertorio di diverse culture. Propongono anche brani di musica antica e esperimenti di improvvisazione vocale.

Vittorio Foa-Aldo Natoli. Dialogo sull’antifascismo, il Pci e l’Italia repubblicana

Presentazione del libro all’Università di Urbino. Foa interroga Natoli, uno dei dirigenti storici del PCI, per trovare nel “materiale biografico” (sul corpo vivo) delle spiegazioni, ma anche per contrastare la dissoluzione della memoria storica in atto: dopo tante speranze e ricerche di una via d’uscita, rimane questo il lavoro da fare.

I ribelli dell’oltre Aniene

Negli anni Trenta, a Roma, attraversato l’Aniene, si incontravano due soli insediamenti urbani, Montesacro (Città Giardino) e Val Melaina. Cuore del quartiere era Piazza Sempione. Questa è la storia di alcuni giovani che vivevano in quella zona, ne frequentavano le scuole ed erano cresciuti negli anni dell’indottrinamento e della propaganda fascista. Qualcuno tra loro era ebreo. Un gruppo di ragazzi costretti dal precipitare delle circostanze, quando l’Italia entrerà in guerra, a crescere in fretta, dando vita, durante i nove mesi dell’occupazione nazista della città, ad una fitta attività di Resistenza che si affiancò a quella dei più anziani ed esperti antifascisti.
Per alcuni di loro il futuro avrà in serbo un terribile destino.

Ti amo da morire

La rappresentazione teatrale di un processo per femminicidio che rivela le contraddizioni e le ambiguità di una relazione di coppia. Accusa e difesa sviluppano nel dibattimento argomentazioni entrambe convincenti e la giuria dovrà scegliere tra due sentenze possibili: colpevolezza o assoluzione. Sarà il pubblico stavolta a vestire i panni della giuria e a decidere se è “plausibile” l’accusa verso il maggior indiziato.

Testimone oculare

Incontro con Mario Boccia e le sue foto

Fotografo e giornalista, per molti anni corrispondente e inviato de “il manifesto” a Sarajevo, Belgrado, Pristina, Skopje, Dyarbakir e Baghdad. Ha lavorato nelle zone di guerra e di conflitti sociali in Europa, Africa, America Latina, Medio Oriente, cercando sempre di testimoniare la speranza della ricostruzione all’interno di progetti internazionali. Le sue foto sono state utilizzate per promuovere campagne di solidarieta’ di varie ONG, organizzazioni non profit, e agenzie delle Nazioni Unite.

I volti di Roma

All’inizio dell’attività di quest’anno come gruppo fotografico “Scatto matto“ avevamo pensato a un progetto ambizioso. Volevamo fare una mostra fotografica su Roma. Poi ci siamo guardati negli occhi e abbiamo deciso che sarebbe stato...