Categoria: LETTERATURA

Nostos

Incontro sulla poesia di Maria Lucci
con lo scrittore Vincenzo Esposito

Che cosa germoglia nella poesia? Il canto di un’umanità dolente e perduta, un groviglio di interrogativi inquietanti sul senso ultimo della vita e la testimonianza di quel sentimento, ormai un po’ bandito e scarnificato dalla tecnologia che azzera ogni distanza nello spazio fisico ed emotivo: la nostalgia, inaugurata dal fascinoso Odisseo. Nostalgia di un tempo antico, pieno, quando tutto era ancora intero; di volti e luoghi che non ci sono più ma che premono nella memoria e nel cuore con la loro assenza. Nostalgia invocata, attesa, accolta, senza la quale la poesia non avrebbe abitato queste parole.

La giovinezza infinita

Sono trascorsi 50 anni dal Sessantotto, una stagione in cui un grande movimento di massa, sociale, culturale e politico, coinvolse spontaneamente giovani studenti e operai in gran parte del mondo e che portò, in particolare in Italia, ad uno  straordinario momento di crescita civile. In questo romanzo quei giorni sono narrati da un giovane universitario, infiammato  dalla passione politica e dall’incontro dell’amore, facendo rivivere con emozione le attese e le speranze di una generazione.

Il bosco che canta

Una straordinaria storia d’amore tra un uomo e una donna nell’orrore della Shoah: dalla bellissima Napoli degli anni ’30 e ’40 del Novecento ai Lager nazisti. Un amore spinto fino al sacrificio della vita.

La mina tedesca

Il vero romanzo di Giaime Pintor
di Carlo Ferrucci

Poesie
di Rainer Maria Rilke tradotte da Giaime Pintor
prefazione di Carlo Ferrucci

Pizzi, Pizzi Trangola

di Cosimo Quaratino

Prima di Facebook

«Forse, per meglio camminare nel presente, ho voluto ritrovare i frammenti della mia storia e ricomporli avvalendomi della scrittura. Ho raccontato indugiando sulle mie radici, cioè il legame con la città in cui sono nato e l’incontro con i comunisti».

Ti saluto, vado in Abissinia

L’avventura di un giovane volontario nella guerra d’Etiopia (1935-36), dalle illusioni iniziali, nel clima colmo di entusiasmi e di retorica, fino alle tragiche scoperte dell’invasione. 

Sulle orme di Maria

Elide Taviani ha viaggiato molto, soprattutto in America Latina dove ha vissuto alcuni
anni. Si dedica all’educazione e alla cooperazione allo sviluppo. Ha scritto e curato
numerose pubblicazioni. Questa è la sua prima opera narrativa, in cui racconta se
stessa e il mondo che le è capitato di conoscere e di sentir narrare in decenni di vita
intesa come impegno e militanza tra l’Italia, l’America Latina e il Medio Oriente.

Dino Campana. Vita di un poeta

con i Nuvolarossa: Greta CIVITAREALE e Chiara RODA – letture – Filippo SANTESE – chitarra acustica – Andrea BARBETTI – voce narrante – Tommaso MATTEI – realizz. grafica

Johnny e la primavera

Una serie di incontri tra prosa e poesia, un viaggio nell’alterità letteraria del ‘900: Fenoglio, Pasolini, Campana, Saba.
La Resistenza raccontata da Beppe Fenoglio 
con i NUVOLA ROSSA di Andrea Barbetti